in

ESMA mette in musica la sua crescita emotiva e artistica in EP ENDING (EP)

Il cantautore Enrico Esma.
Il cantautore Enrico Esma.

Pop e cantautorato. Due mondi apparentemente lontanissimi che invece arrivano a convivere in “EP Ending”, e lo fanno davvero bene. Non che nel 2014 “Rivoluzione al Sole” fosse un risultato acerbo, ma con la sua ultima fatica Esma mette in musica e parole la sua crescita emotiva e artistica. Merito di un incontro col pubblico già proprizio da quando, dopo il successo della canzone “Come una Stella”, apre i live di Tre Allegri Ragazzi Morti, Afterhours, Verdena, Le luci della centrale elettrica.

“EP Ending” è così il risultato della commistione tra il suo autore e il suo ambiente. Impossibile infatti pensare che non abbia avuto un ruolo fondamentale il viaggio che Esma inizia nel 2015 e conclude tre anni dopo. Durante questo periodo, viaggia per tutto il mondo, visitando le maggiori città europee, ma anche Asia e Australia, vendendo per strada circa 2000 dischi. Un ritorno al contatto con il pubblico che al giorno d’oggi è filtrato dalle realtà televisive e dei social. Un rapporto ritrovato tra autore e pubblico che è proprio alla base di “EP Ending”.

Esma non si è certo risparmiato nello sperimentare diversi stili in “Ep Ending”.

Così ad aprire “EP Ending” è il singolo estratto “Tempesta”, un turbinio di emozioni e sentimenti raccolti in una ballad intima. Il racconto di come la vita possa essere amara, ma sempre e comunque meritevole di celebrazione, perché anche dal dolore può sempre scaturire una fiamma. “Centro Commerciale” gioca invece sul ritmo e su sonorità variegate raccontando la futilità consumistica. “I registi sotto la pioggia” è una malinconica riflessione su un amore perduto mentre “Dejavu” risolleva i ritmi riequilibrando i toni dell’album.

I quattro brani che compongono la nuova fatica di Esma, prodotta da Gianni Condinae e Diego Perrone, tracciano un viaggio dentro a quella che lo stesso autore chiama «un’ingegneria del sentimento». Un percorso variegato non solo per le tematiche ma anche e soprattutto per le sonorità che sono state messe in gioco. Perché nonostante si tratti di un minialbum, Esma non si è certo risparmiato nello sperimentare diversi stili in grado di esplicare quel viaggio metaforico alla base del progetto.

 

ESMA

EP ENDING

30 novembre 2018

La Schiuma

(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *