in

#RESILIENZA18: open call per “Personaggi in cerca di Terra Promessa” con Cathy Marchand

Fino all’11 luglio è possibile aderire alla residenza “Personaggi in cerca di Terra Promessa, Teatro del Presente”, a cura di Cathy Marchand, nome di spicco del Living Theatre, che avverrà all’interno del festival #Resilienza18 nel Centro Sardegna.

L'attrice Cathy Marchand (a sinistra) durante una messa in scena di "Antigone".
L'attrice Cathy Marchand (a sinistra) durante una messa in scena di "Antigone".

Allieva di Jean Louis Barrault al Théâtre d’Orsay, Cathy Marchand inizia il suo percorso artistico da giovanissima. Grazie all’incontro con l’attore Pierre Clementi, conosce a Roma Julian Beck e Judith Malina del Living Theatre. Capisce così che la sua strada non deve limitarsi al solo esercizio teatrale, e, complice il fermento sociale e le utopie dell’epoca, unisce palcoscenico e intraprendenza politica. Nella sua carriera lavora con Pier Paolo Pasolini, Sergio Citti, Gian Maria Volontè, Federico Fellini e Dino Risi, e collabora alla realizzazione di due film di Franco Battiato.

L’artista internazionale darà vita a un percorso intensivo di sei giorni per la creazione di un viaggio verso vecchi e nuovi confini attraverso l’uso del corpo e della parola. Lo farà partendo dal training del Living Theatre, storica compagnia sperimentale fondata a New York nel 1947, per passare alla creazione del corpo unico dell’attore. Non per sfidarsi ma per affidarsi. L’atto teatrale è la chiave di ri-volta poetica contro ogni forma di barbarie del pensiero globale, e si concretizzerà in un lavoro scenico caratterizzante i luoghi storici e identitari della comunità del Marghine e dintorni.

È ancora possibile aderire alla residenza di Cathy Marchand all’interno della quarta edizione del Festival della Resilienza, quest’anno intitolato #Resilienza18. Il workshop avrà luogo dal 15 al 20 luglio a Macomer, con un’importante ricerca artistica dallo spazio al sé che si concluderà con uno spettacolo all’interno di una cornice caratteristica e vitale del territorio. La scadenza è stata prorogata all’11 luglio per dare modo a tutti gli interessati di vivere questa esperienza unica, e lavorare con uno dei nomi più importanti del panorama teatrale internazionale. #Resilienza18 invita tutti gli interessati a rispondere all’Open Call.

Scritto da Mirko Ledda

Senza arte né parte, ma polemico come poche persone al mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *